francoCAVALLARO
                         INFO@FRANCOCAVALLARO.COM
 

HOME   •  FRANCO CAVALLARO   •  PREMESSE   •  RECENSIONI   •  CONTATTI

     
FRANCO CAVALLARO   BIOGRAFIA

 

 

Franco Cavallaro, cultore ed estimatore del Brasile, e' nato il 6 dicembre del 1940 a Palermo, dove vive.

Ha conseguito la Laurea in Scienze Economiche e Commerciali “indirizzo sociologico” ed il Diploma di Specializzazione in Giornalismo e Radiofonia presentando una tesi su “Giornalismo e Societa'”.

Nel 1958 ha iniziato a suonare la batteria esibendosi all’Hotel Palace ed alle “Terrazze” di Mondello, al Teatro Biondo di Palermo ed in vari locali della Sicilia.

Nell’estate del 1959 ha suonato al Club Mediterranee di Cefalu'.

Nel 1961 ha deciso di abbandonare lo strumento perche', con estrema e sincera autocritica, non riusciva piu' a fare evidenti progressi.

Ha ripreso la batteria solo per pochi mesi nel 1966, durante il servizio militare in aeronautica collaborando alla realizzazione di uno spettacolo musicale, presso il Teatro dell’Aeroporto Boccadifalco di Palermo.

Oggi suona (solo per se stesso) il flauto traverso con il quale accompagna le basi musicali di brani lenti di Bossa Nova preferibilmente di Antoio Carlos Jobim e Vinicius de Moraes.

Nel periodo 1975/77 ha condotto, presso la RADIO LIBERA MENFI, trasmissioni sulla Musica Brasiliana e sulla Storia del Jazz.

I suoi viaggi lo hanno portato in giro per il mondo: Europa e Medio Oriente (FRANCIA, SPAGNA, SVIZZERA, GERMANIA, OLANDA, AUSTRIA, UNGHERIA, IUGOSLAVIA, BULGARIA, TURCHIA, GRECIA) Africa (TUNISIA, ALGERIA, MAROCCO, EGITTO) America Centrale (FLORIDA, MEXICO, CUBA, JAMAICA, CURACAO, GRAN CAIMAN) e Sudamerica (SURINAME, PARAGUAY) ma le sue esperienze maggiori e piu' significative le ha fatte in “terra brasilis”.

vIn Brasile, che ama e che sente come sua seconda Patria, durante i suoi cinque viaggi (di circa

un mese e mezzo ciascuno) ha visitato il “Distrito Federal” di Brasilia e sedici delle ventisei capitali degli altrettanti Stati, studiando ogni aspetto del Paese, ridondante di fascino e di magia.

Nel volume di 1008 pagine (forse unico nel suo genere) ha trattato in ordine alfabetico, utilizzando anche moltissimi termini portoghesi, argomenti di vario genere che riguardano origini, tradizioni, religioni (candomble', macumba, umbanda, quimbanda), storia, cultura, letteratura, musica, cinema, cucina, attualita', problemi sociali, politici ed economici, sport, leggende e curiosita' che riguardano l’universo Brasile ma si e' soffermato ad osservare soprattutto l’aspetto umano e sociale.

Ha riservato una particolare attenzione alle varie danze popolari, che ha descritto minuziosamente ma non ha trascurato di analizzare il fenomeno musicale perche' ritiene che la musica sia l’unico veicolo che unisce tutti i popoli del mondo.

Il libro e' destinato a tutti gli appassionati del Brasile.

COPYRIGHT © FRANCO CAVALLARO. ALL RIGHTS RESERVED.